tamburi-burundi

08 giu 2017 - palco principale

tamburi - burundi

Nel secolo dei re, in Burundi, un re vide un certo animale e gli piacque la sua pelle. Il Re chiese la pelle dell'animale per poterla indossare, se la procurò e se la mise subito , ancora fresca. Quando la pelle si asciugò risultò difficile rimuoverla dal corpo del re , causandogli dolore. Si cercò una soluzione ma invano sino a che un vecchio saggio suggerì di immergere il corpo del re in una barca tradizionale Burundi colma di acqua di sorgente. Fu così che quando la pelle si ammorbidì , furono in grado di rimuoverla dal corpo del re. L'anziano aveva salvato la vita al re. Dopo averla rimossa la pelle fu casualmente stesa a terra sopra la buca di un pitone. Per celebrare la sua guarigione , il re volle organizzare una festa. Nel frattempo il pitone tentò di uscire dalla buca sbattendo la testa contro la pelle , che nel frattempo si era asciugata. La gente sentì dei suoni provenire dalla pelle , realizzando che la pelle secca stirata su un buco dava un suono ben preciso . Fu così che iniziarono a tendere la pelle degli animali su tronchi cavi di alberi per ritrovare quel suono. Tutto ciò fu utilizzato per la festa del re . Successivamente quegli strumenti vennero chiamati tamburi. E' così che nacquero i tamburi del Burundi.

TORNA AI GRUPPI 2017

  • FACEBOOK