cherokee

 

italia
02.06.18
cherokee

Da quanto affermano gli anziani della tribù Cherokee, sembra che il loro popolo, il cui nome significa "Il popolo capo" o "Ani Yonwiyah", provenga dalle Pleiadi. La loro lingua, la sua radice originaria, oggi viene parlata da una ristrettissima cerchia di persone e prende il nome di Elati. Più che proferire parole, il Cherokee che conosce questo linguaggio, emette suoni che possiedono una carica spirituale molto forte. Secondo la cultura Cherokee, parlare significa "essere" più che "comunicare". La lingua Elati viene chiamata anche la lingua degli Antenati o "il linguaggio delle stelle", usata per lo più dagli "uomini sacri" o detentori della storia e della storia oltre che delle leggi del popolo Cherokee. Secondo la tradizione orale di questo popolo, i Cherokee arrivarono su questo pianeta ben 250.000 anni fa dalle Pleiadi, dove nella lingua di questa tribù, Pleiadi indica proprio la parola Antenati. Sempre secondo la cultura di questo popolo antico, il pianeta Terra viene chiamato anche "il pianeta dei bambini" o anche "il pianeta dei figli delle stelle", dove l'essere umano, e non solo la tribù dei nativi, vennero creati da popoli alieni. Le conoscenze della antica "società dei capelli intrecciati" dei Cherokee, iniziano nel periodo in cui esistevano 12 pianeti abitati da umani, i cui progenitori si riunivano su un pianeta chiamato "Osiriaconwiya", ovvero il quarto pianeta della costellazione del Cane Maggiore, ovvero Sirio. Durante quelle rinioni, si discuteva del futuro dell'Ava Terra ovvero la nostra Terra, chiamata in lingua Cherokee "Eheytoma", come dicevamo "il pianeta dei figli", cioè il tredicesimo pianeta, simbologia che si ricollega anche a miti legati alla tredicesima tribù ebrea, e molti altri miti. Quei saggi, vollero registrare tutta la loro conoscenza in 12 teschi di cristallo che chiamarono "Arca di Osiriaconwiya", che furono portati sulla Terra così che un giorno potessero venire consultati dagli abitanti di questo pianeta e sapere tutto sulle loro origine reali. Gli Avi di questa civiltà aiutarono a fondare le 4 principali civiltà mitiche di Mu, Mieyhun, Atlantide e Lemuria, usando le conoscenze contenute nei teschi e fondarono le grandi scuole del mistero, veri centri di sapienza arcana e società di medicina. I dodici teschi corrispondenti ai dodici pianeti, venivano sistemati in cerchio attorno a un tredicesimo teschio di ametista di dimensioni più grandi, che raccoglieva la consapevolezza collettiva di tutti quei mondi. Purtroppo arrivarono i conquistadores come Cortès e gli altri assassini europei che fermarono lo sviluppo delle genti amerinde: coloro che furono incaricati di compiere il viaggio sulla Terra per donare i teschi di cristallo furono chiamati Olmechi, i quali passarono la conoscenza ai Maya, poi agli Aztechi e, per finire, ai Cherokee con tutte le altre popolazioni native del nord America.

 

Video

FACEBOOK

GIORNATE DI MUSICA, CULTURA, CIBO, TRADIZIONI, 26 GRUPPI, 150 ESPOSITORI
IN CASO DI MALTEMPO TUTTE LE MANIFESTAZIONI SONO GARANTITE AL COPERTO